Miei cari, una delle mie ultime letture è stato un romanzo di Alessandro Baricco. Dopo aver letto “Novecento” questo autore italiano mi ha incuriosito tantissimo e quando mi sono trovata davanti “Tre volte all’alba” non ho resistito e l’ho comprato.
Nel romanzo “Mr Gwyn”, uscito l’anno scorso, Baricco cita un libro che si intitola “Tre volte all’alba”. Il titolo si riferiva ad un ipotetico libro che in realtà non esisteva però finita la stesura di “Mr Gwyn” Baricco ha deciso di scrivere anche quel libro citato. Quindi, “Tre volte all’alba” può essere considerato una specie di continuazione (o integrazione) di “Mr Gwyn”, ma può anche essere letto indipendentemente da quest’ultimo.

Autore: Alessandro Baricco
Titolo: Tre volte all’alba
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Pagine: 94
Prezzo: 10.00 €

Trama: Tre storie. Tre incontri. Tre episodi in cui scivolano personaggi che si incrociano, per sfasature temporali, in età diverse, sullo sfondo della hall di un hotel. L’albeggiare che annuncia, per tre volte, l’insistenza di un sentimento.

“Nell’ultimo romanzo che ho scritto, Mr Gwyn, si accenna, a un certo punto, a un piccolo libro scritto da un angloindiano, Akash Narayan, e intitolato Tre volte all’alba. Si tratta naturalmente di un libro immaginario, ma nelle immaginarie vicende là raccontate esso riveste un ruolo tutt’altro che secondario. Il fatto è che mentre scrivevo quelle pagine mi è venuta voglia di scrivere anche quel piccolo libro, un po’ per dare un lieve e lontano sequel a Mr Gwyn e un po’ per il piacere puro di inseguire una certa idea che avevo in testa. Così, finito Mr Gwyn, mi son messo a scrivere Tre volte all’alba, cosa che ho fatto con grande diletto. Adesso Tre volte all’alba è scritto e forse non è inutile chiarire che può essere letto da chiunque, anche da coloro che non hanno mai preso in mano Mr Gwyn, perché si tratta di una storia autonoma e compiuta. Ciò non toglie tuttavia che, nella sua prima parte, mantenga ciò che Mr Gwyn prometteva, cioè uno sguardo in più sulla curiosa vicenda di Jasper Gwyn e del suo singolare talento.” Alessandro Baricco

RECENSIONE

C’è qualcosa nello stile di scrittura e nelle storie di Alessandro Baricco che mi attrae particolarmente. “Tre volte all’alba” è un romanzo che si legge in poco tempo (sono solo 94 pagine) però, come dico spesso, non è il numero di pagine che indica la qualità del libro.

In questo romanzo l’autore ci racconta tre storie verosimili che, tuttavia, non potrebbero mai verificarsi tutte e tre insieme nella vita reale. I protagonisti del romanzo sono due e si incontrano tre volte all’alba in tre circostanze differenti. Nel primo racconto conosciamo i due protagonisti che si incontrano nella hall di un albergo. Lei si aggira per l’albergo senza un apparente motivo, nascondendosi dal portiere, mentre lui è seduto sulla poltrona immerso nei suoi pensieri.
Quando i due si incontrano comincia lo scambio di battute che prosegue fino alla fine della prima parte del libro. La donna si confida con lo sconosciuto e gli racconta alcuni frammenti della sua vita e allo stesso modo anche l’uomo si confida con la nuova “amica”.Mentre il dialogo fra i due procede, è alba ormai, il sole sorge all’orizzonte e arriva il momento che qualcuno se ne vada.  Entrambi nascondono qualcosa ma i segreti non sono tutti uguali, alcuni comportano conseguenze molto gravi.

Nella seconda parte viene raccontato il secondo incontro in cui i personaggi sono sempre i due sopra citati. La differenza, però, è che lui è ormai una persona matura, quasi anziana, mentre lei è una ragazzina in fuga. Grazie a questa seconda parte comprendiamo meglio le storie di entrambi ed alcune precedenti azioni (quelle del primo racconto) ci sembrano più chiare.
Nella terza parte, invece, l’incontro è fra una donna ormai in età e un ragazzino. Si tratta, ancora una volta, delle stesse persone conosciute nel primo racconto, anche se hanno età diverse di nuovo.

Baricco è un autore, per molti punti di vista, geniale. Questo piccolo libro riesce a trasmettere grani emozioni ed è veramente unico nel suo genere. La scelta di scrivere tre incontri di due stesse persone in circostanze così particolari è davvero bella. Quello che più mi è piaciuto è la capacità dell’autore di mischiare storie e di vederle da punti di vista differenti.
Inoltre, non necessariamente una storia deve essere raccontata in ordine cronologico e Baricco gioca molto con questo aspetto. “Tre volte all’alba” è costituito da tanti piccoli pezzi che vanno assembrati insieme per creare l’intera storia generale.

Lo stile di Baricco è molto conciso, breve, però molto intrigante ed emozionante. Le sue parole sono scelte con cura, proprio per colpire il lettore. Ciò che lui scrive, e come lo scrive, non è mai scontato e bisogna stare attenti anche ai più piccoli particolari perché sono loro il vero nucleo della storia.

Leggere Baricco è estremamente piacevole e interessante poiché si tratta di un autore bravo, intelligente che non scrive nulla di scontato. Anche se per pochi istanti, l’autore ci da la possibilità di viaggiare con la fantasia e con la mente. Con frasi brevi, ma curate, Baricco suscita una grande varietà di emozioni e una volta finito il romanzo se ne sente subito la mancanza.

Consiglio questo romanzo a tutti quelli che vogliono leggere una storia in grado di emozionare e di sorprendere. Consiglio il libro a tutti quelli che amano sognare e abbandonare la realtà per conoscere personaggi interessanti che lasciano il segno.
A me “Tre volte all’alba” è piaciuto tantissimo e spero piaccia anche a voi! Leggetelo e poi fatemi sapere la vostra opinione.


About Angel

Sono una studentessa universitaria che oscilla fra l'estremo ottimismo e il totale pessimismo, senza mezze misure. Ho scoperto il piacere per la lettura con un romanzo che ora ora butterei dalla finestra, ma sono comunque felice di averlo letto. Se non mi trovate a leggere è probabile che stia guardando un film o l'ennesima serie televisiva (o pianifichi come conquistare il mondo).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current day month ye@r *