Amare i libri e la lettura significa anche amare gli eventi che ci permettono di conoscere gli autori, vederli durante le presentazioni e scoprire qualcosa in più sui loro libri. Proprio per questo motivo voglio condividere con voi un’interessante iniziativa, organizzata dall’Opera Universitaria di Trento in collaborazione con Keller Editore, che si terrà a Trento e a Rovereto.

Trame in città 1
Trame in città si svolgerà dal 17 al 19 novembre e consiste in una serie di incontri con scrittori, traduttori, librai e musicisti. Queste tre giornate sono una bella occasione per immergersi nella realtà di coloro che creano storie e che vivono nel mondo dei libri e dell’editoria.

Sono contenta che l’Opera universitaria abbia promosso questo evento e che cerchi di introdurre i libri e il piacere di raccontare le storie nella nostra quotidianità. I libri regalano storie ed emozioni, ma allo stesso tempo ci permettono di conoscere il mondo, noi stessi e gli altri.

Il programma dell’iniziativa è molto interessante, ma non è fatto solo di scrittura. Trame in città propone infatti laboratori, spettacoli e concerti, perché le storie – al di la della parola scritta – sono anche immagini e suoni.

Il programma:

Trame in città 2


Cari lettori,
vi voglio segnalare con questo articolo il romanzo di un’autrice talentuosa che vi consiglio di leggere.
Parlo di Elisabetta Bricca e del suo libro D’amore e di ventura, uscito qualche anno fa per Harlequin Mondadori e ora ripubblicato dall’autrice su Amazon.
Si tratta di un romanzo di genere storico-sentimentale, ambientato in Italia durante il Quattrocento, ed è la storia di Cesare Mocenigo, capitano di ventura in cerca di vendetta per la morte della sua famiglia. Durante il suo cammino, Cesare incontra una bellissima e coraggiosa giovane donna di nome Viola, che Cesare stesso aveva salvato da un destino crudele, quando lei era ancora una bambina.
Viola, tuttavia, è la nipote di Federico da Montefeltro, il grande nemico di Cesare.

Ho già avuto modo di parlare di Elisabetta Bricca,  ma lo rifaccio sempre molto volentieri; lei è un’autrice che stimo molto e trovo straordinaria la sua capacità di coinvolgere il lettore e di farlo diventare parte della storia.

Cliccando sul seguente link Amazon potete comprare il romanzo in e-book (il prezzo è davvero bassissimo) oppure potete ordinare una copia cartacea.

Aggiornamento: il romanzo è disponibile anche su Kobo Store.

10714007_10205127645900302_4456576445234629208_o

Elisabetta Bricca
D’amore e di ventura
237 pp.
2, 68 €

Trama: Cesare Mocenigo è un capitano di ventura, nobile, scaltro e affascinante. Viola Ripamonti Sforza è la bellissima e coraggiosa nipote del suo peggior nemico. Eppure, benché il dolore lo abbia reso un uomo tormentato e pericoloso, quando la incontra Cesare comprende di avere ancora un’anima. E insieme a lei, sullo sfondo dell’aspra guerra tra Venezia e Milano, tra le battaglie, gli intrighi e lo splendore del Rinascimento, sarà protagonista di una struggente storia di passione e redenzione, in una lenta risalita verso la luce durante la quale tutto può accadere, se a comandare è il cuore.


Carissimi,
oggi voglio dedicare il post a un progetto molto carino che vi consiglio di vedere. Voglio parlarvi di Anna: cronache di un’attrice emergente, una web sere tutta italiana che vede nei panni della protagonista una giovane aspirante attrice di nome Arianna Bonardi.

AnnaMesi fa mi è capitato di vedere alcuni video di Arianna sul suo canale youtube. Lei è una ragazza simpaticissima che nei video parla di libri, cinema, recitazione e musica. Ho iniziato subito a seguirla e quando, qualche mese fa, è uscita la web serie non potevo non guardarla.
Per il momento potete trovare le prime quattro puntate su youtube, mentre le due che seguono dovrebbero uscire a breve.

Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Continua a leggere


Carissimi, vi voglio recensire oggi un romanzo New Adult di cui ho sentito parlare molto e anche molto bene. Come vi avevo già detto tempo fa non leggo molto questi New Adult e le mie letture – di questo genere – fino ad oggi si sono rivelate tutte pressoché terribili (e parliamo di libri che la rete ha spacciato come belli, bellissimi e straordinari). Non lasciarmi andare non è da meno.

Non lasciarmi andareAutore: Jessica Sorensen
Titolo: Non lasciarmi andare
Titolo originale: The Secret of Ella e Micha
Editore: Newton Compton
Pagine 273
Prezzo cartaceo: 9,90€
Prezzo e-book: 3,99€

Trama: Ella e Micha si conoscono da quando erano bambini, sono cresciuti insieme e sotto gli occhi l’uno dell’altra sono diventati un uomo e una donna. Finché una tragica notte di otto mesi fa è accaduto qualcosa di irreversibile, ed Ella ha deciso di scappare all’università e lasciarsi tutto alle spalle. E così, da giovane ribelle e senza limiti, ha deciso di diventare una ragazza perbene, una di quelle che eseguono gli ordini senza discutere e tengono i sentimenti sottochiave. Ma sono arrivate le vacanze estive e l’unico posto dove tornare è casa sua. Ella trema all’idea che tutto lo sforzo che ha fatto per mettere a tacere i suoi impulsi più veri e seppellire i suoi bollenti spiriti sia stato vano. Con Micha nel raggio di pochi metri si sente davvero vulnerabile. Lui è sexy, intelligente e sicuro di sé, conosce di Ella anche i segreti più oscuri e inconfessabili e ha deciso che farà qualunque cosa sia necessaria per averla. E così l’eccitazione, le parole e gli occhi magnetici di Micha scateneranno nella ingenua e inesperta Ella sensazioni mai provate prima, istinti difficili da frenare…

RECENSIONE

Non lasciarmi andare è il primo volume di una trilogia alla quale poi si legano altre serie poiché l’autrice riprende i personaggi secondari e scrive storie anche su di loro.
Il romanzo inizia con un prologo in cui la protagonista, Ella, si trova su un ponte, vaneggia, crede di poter volare e vuole lanciarsi nel fiume. Al suo fianco c’è Micha che cerca di persuaderla e di convincerla a non compiere un gesto estremo. Micha è il suo migliore amico ma fra i due la relazione non è ben chiara ed entrami hanno idee assai confuse.

La storia prosegue poi con un salto temporale di qualche mese e vediamo Ella frequentare una scuola a Las Vegas, condividere la stanza con una ragazza frizzante di nome Lila e non parlare mai del suo passato. Ella ha reciso tutti i legami con la sua vecchia vita, è cambiata sia nell’aspetto sia nel modo di fare e non vede il suo migliore amico da mesi.

Continua a leggere


Cari lettori,
ben ritrovati sul blog! Prima di dedicare qualche post ad alcune letture dell’ultimo periodo, voglio raccontarvi di un breve viaggio che ho fatto questa estate e voglio farvi vedere alcune foto legate alla mia nuova ossessione: Game of Thrones!!
Ebbene sì, anche la sottoscritta ha ceduto e ha iniziato a guardare Game of Thrones, rimanendone affascinata e ossessionata.
La serie televisiva, basata sui libri di George R. R. Martin e creata da David Benioff e D. B. Weiss, è game-of-thronesandata in onda la prima volta il 17 aprile del 2011, conquistando immediatamente moltissimi spettatori. Le stagioni al momento sono 4 e sono composte da 10 episodi ciascuna. Intanto, l’attesa della nuova stagione si sta facendo sempre più difficile.

I libri in Italia sono pubblicati dalla casa editrice Mondadori.

Conosciamo meglio la serie.
Game of Thrones presenta una storia corale ambientata in un mondo immaginario, in cui la gran parte della trama si svolge nel continente occidentale, Westeros.
La capitale di Westeros è l’Approdo del Re, luogo in cui risiede il re Robert Baratheon (Mark Addy
) e governa i Sette Regni, chiamati così per via dell’antica, e non più in uso, suddivisione del continente in sette regni distinti. Nella serie si intrecciano le vicende di personaggi più importanti di Westeros e di Essos (il continente Orientale). I giochi di potere sono la parola d’ordine e il tema principale di Game of Thrones.
Tutti vogliono regnare e stare seduti sull’imponente trono di spade.

Continua a leggere


Cari lettori,
è passato un po’ di tempo dall’ultima volta che ho scritto sul blog ed è doveroso da parte mia spiegarvi il motivo di questa assenza.
Da quando ho iniziato l’università (un anno fa ormai) sono stata sempre molto impegnata, in particolare durante il periodo degli esami. E considerato che non mi ero organizzata proprio bene, ho studiato molte cose all’ultimo momento e questo mi ha portato via giornate intere.
In secondo luogo, ero entrata in una fase un po’ particolare e non riuscivo a mantenere vivo l’entusiasmo che in genere provavo quando si trattava di lavorare sul blog.

BloggingTutto questo mi ha anche portato a riflettere circa la possibilità di chiudere definitivamente questo piccolo angolo letterario. Ho cercato di capire cosa mi lega al blog e quali sono i miei obiettivi. Dovevo capire se valeva la pena o no di continuare a tenerlo, e se era la cosa giusta per me. Mi rendo conto che la mia riflessione è stata abbastanza lunga, ma avevo bisogno del tempo per pensarci e decidere cosa volevo davvero.

Ora posso dirvi che non ho intenzione di chiudere il blog. Mi dispiace per quelli che lo hanno visitato nell’ultimo periodo sperando di trovare aggiornamenti, che non arrivavano. E, naturalmente, mi dispiace di essere stata una pessima blogger in questi mesi. Non ne vado fiera e mi sento terribilmente in colpa. Ma voglio rimediare e continuare questo piccolo progetto che ho iniziato con grande entusiasmo e tante idee.

Con questo post dunque vorrei dare inizio a una nuova fase della Biblioteca dei Sogni. Mi impegnerò al massimo per non rifare gli stessi errori dei mesi passati e sarò grata a tutti quelli che continueranno a seguirmi e a quelli che inizieranno a farlo.

Vi mando un bacio grande grande e vi auguro una bellissima giornata!!

Violeta

Ps: come potete notare ho firmato con nome Violeta (ovvero il mio vero nome) e non Angel. Perché? Non saprei esattamente, ma forse non trovo che Angel mi rappresenti più così tanto.


Cari lettori, come vi ho annunciato nel post precedente (QUI) la seconda tappa del Blog Tour dedicato all’antologia Diari dal Sottosuolo prevede, oltre all’intervista con uno degli autori, anche un estratto inedito.
L’estratto che segue è preso dal racconto Sirene, scritto da Romina Casagrande. Romina è un autrice che migliora sempre di più; mi era piaciuto il suo primo romanzo Amailija, ma più va avanti più i suoi libri (e la sua scrittura in generale) migliorano.
Il racconto, scritto bene e in maniera delicata, narra della dolorosa perdita che ha subito Tommy e del suo incontro con una bella e crudele sirena
(Se vi va di accompagnare la lettura con una bella canzone vi consiglio Sirens dei Pearl Jam)
Enjoy the reading!

DiariDiari dal Sottosuolo, Autori Vari
a cura di Alessandra Zengo
Editore Diario di Pensieri Persi
Pagine 218
Euro 13,50 (cartaceo); 2,49 (digitale);
Formato Pdf, ePub, Mobi, Cartaceo

L’agghiacciante nenia di una sirena assetata di sangue. Una giovane strega desiderosa di vendetta che invoca demoni oscuri. Un uomo disposto a tutto pur di ricordare il suo passato. Città immaginarie, portali che separano il quotidiano dall’incubo. Echi provenienti dall’abisso dell’animo umano e che affiorano minacciosi come ombre. Tra le pagine di questi racconti, tutto può accadere. Una straordinaria antologia che coglie con un unico sguardo il mondo del sovrannaturale. Diari dal Sottosuolo ci inizia al perturbante confronto con un universo dalle tinte cupe e dai labili confini, quello dello Urban Fantasy, nel quale risuonano le voci di dieci talentuosi autori italiani che credono nella suggestione del diverso e nel fascino dell’orrore.

I racconti
Stefania Auci – La mamma fantasma
Sabrina Grappeggia Bernard – Gercai e le catene della libertà
Giacomo Bernini – Pandora
Romina Casagrande – Sirene
Gisella Laterza – Sogni perduti e birra scura
Laura MacLem – Parcheggio Riservato
Giulia Marengo – Artù
Loredana La Puma – La Notte del Destino
Eugenio Saguatti – Nati nel buio
Federica Soprani – Dancing with Roger

Sirene di Romina Casagrande – L’estratto

Il vecchio se ne stava lì, accanto al jukebox, a guardare la rissa. Poi Tommy aveva avuto l’impressione che qualcosa, nel suo volto, cambiasse. Le rughe si appianavano, i capelli da bianchi si scaldavano di oro. Era stato un istante, un attimo nel quale aveva visto l’uomo tornare giovane.
Si era stropicciato gli occhi e aveva sorriso, guardando il bicchiere di vodka, poi ne aveva ordinato un altro. Le cose stavano andando per il verso giusto. Se era riuscito a far ringiovanire un vecchio, presto si sarebbe dimenticato anche di quella brutta giornata. Forse, se fosse stato bravo e abbastanza fortunato, persino di Giada. Almeno per quella notte.
Poi era successo qualcosa di ancora più strano. Aveva visto il vecchio avvicinarsi. E i volti rossi di rabbia degli uomini si erano spostati sulla sua figura china, vestita di stracci. I loro sguardi si erano ammorbiditi, mentre pugni si fermavano a mezz’aria. Lo avevano lasciato passare, scostandosi, quasi dimenticandosi della rissa, del perché avevano cominciato ad azzuffarsi.
Il vecchio aveva fatto un cenno con il capo, appena un saluto.

Continua a leggere